BALKAN MUSIC ECO CAMP

In questo momento di crisi sociale, economica e ambientale abbiamo bisogno di ritrovarci in luoghi che possano offrire una visione altra, più giusta e sostenibile. Un luogo dove musica e natura possano ritrovarsi e interagire con il mondo della produzione agricola sostenibile.

Uno spazio di partecipazione, cooperazione e cultura.

Il corso

Crocevia di popoli e culture, nei Balcani risiede una tradizione musicale estremamente ricca e variegata, in Italia quasi del tutto ignorata. Il Balkan Music Eco Camp vuole fornire ai partecipanti gli strumenti necessari per viaggiare autonomamente nel mondo musicale del vicino Est, dalle fanfare “trubaci” alle orchestre “lautari”, fino ai gruppi dei “panigiri”, le interminabili notti di musica nell'estate delle isole dell’Egeo. Un laboratorio collettivo in cui la pratica e la trasmissione orale sono i primi due ingredienti.

Il repertorio affrontato sarà quello delle musiche tradizionali di Balcani, Romania, Turchia, Grecia, Asia Minore e Medio Oriente. Saranno inoltre trattate tematiche tecniche ed estetiche specifiche necessarie alla comprensione della musica in questione, come: stili e diversità territoriali, ritmi, repertorio e danze, ornamentazione e articolazione, tecniche strumentali specifiche, incontro tra la tonalità europea e la modalità mediorientale, nozioni sul sistema dei makam (modi) ottomano, improvvisazione nell’estetica del taksim, intonazione e microtonalità.

Chi è l’insegnante?

Federico Pascucci è un musicista che da anni si dedica allo studio delle musiche tradizionali est europee e dell’Asia Minore. Ha vissuto l'esperienza della musica jazz attraverso un'intensa attività di studi e concerti in Europa, vivendo stabilmente nelle città di Lisbona, Amsterdam e Roma. Nel corso della sua carriera di studi si è formato presso la Scuola di Musica di Testaccio (Roma), il Conservatorio di Frosinone, la Fondazione Siena Jazz e il Conservatorium van Amsterdam con numerosi insegnanti (Kurt Rosenwinkel, Eric Harland, George Garzone, Jim Snidero, Jeff Ballard dagli USA, così come maestri italiani come Pierluigi Quarta, Maurizio Giammarco, Enrico Rava, Paolo Fresu e Gianluigi Trovesi).

Il suo lavoro artistico comprende una dettagliata ricerca negli stili musicali dei Balcani e dell’Asia Minore che lo porta alla collaborazione con le orchestre zingare macedoni (Kocani Orkestar e Sercuk Orkestar), con il fisarmonicista bulgaro Martin Lubenov e alla creazione di progetti musicali come Errichetta Underground (Italia), Tugoslavic Orkestar (Portogallo) e F.P.East Trio (Italia/Bulgaria). Dal 2006 la ricca attività concertistica lo porta a viaggiare per i palchi di festival e club internazionali con progetti come European Saxophone Ensemble (Belgio, UE), Agios Lavrentios Brass Band di Hayden Chisholm (Grecia, Germania), Errichetta Underground (Italia), Malson, Kumpania Algazarra, Nelson Cascais Decateto (Portogallo), WAS (Portogallo, Francia), Animatronic Leviathan (Olanda, Germania), Storytellers (Italia).

Nel 2010 vince il “Premio della critica” nella competizione ufficiale dei conservatori italiani “Premio delle Arti”. Nel 2011 il film “The dark side of the sun” di C.S.Hintermann per cui ha lavorato come compositore vince il premio per la miglior colonna sonora al Sulmona Film Festival. Dal 2011 è organizzatore dell’Errichetta Festival, uno degli eventi più importanti per la musica tradizionale dell’Est in Italia.

 

Video
Federico Pascucci East Trio Jazz and Balkan traditional music
Kočani Orkestar Live at Khamoro Festival World Roma Festival

Scopri la prima edizione

GENOVA 2020

La Frangia - APS

C.F. 91029080800 - lafrangiaproduzioni@gmail.com

SEDE LEGALE Via Isonzo 3, 89016 Rizziconi (RC) - SEDE OPERATIVA Via Braccio da Montone 1, 00176 Roma